Pensieri

Vampiri energetici o ladri di energia: chi sono e come si comportano?

Avete mai sentito parlare dei vampiri energetici? Non lasciatevi prendere dalla paura perché non si tratta di veri e propri vampiri, ma di persone che vi succhiano letteralmente l’energia vitale. Vi è mai capitato di sentirvi stanchi, spossati, senza energia nel gestire determinati rapporti della vostra vita? Se la risposta è sì, molto probabilmente avete avuto a che fare con persone che in psicologia vengono definite vampiri emotivi o energetici. Si tratta di persone che consapevolmente o inconsapevolmente tendono a succhiare l’energia di chi gli sta accanto per sfruttarli al proprio vantaggio e il risultato sarà che inevitabilmente il vampiro ne uscirà gratificato e rinvigorito, mentre noi ci sentiremo stanchi e spossati. Si tratta ad ogni modo di persone che non fanno sicuramente bene alla nostra salute e quindi come riconoscerle e come evitarle?

La prima cosa da attenzionare è il nostro stato di salute, ovvero il senso di stanchezza e difficoltà che avvertiamo nel gestire il rapporto interpersonale con un soggetto; il rapporto con un vampiro emotivo è sicuramente tendente alla continua discussione per qualsiasi motivo e su qualsiasi argomento, ma non finisce qui perché la persona in questione chiede costantemente rassicurazioni e conferme, utilizzando spesso frasi come “sei arrabbiata con me” oppure “ho fatto qualcosa di male” o ancora “c’è qualcosa che non va”. Se dunque state vivendo un rapporto simile sappiate che l’altra persona è sicuramente un vampiro emotivo e se in un primo momento questo suo atteggiamento può essere frainteso e giustificato come altruismo, state pur certi che non si tratta di questo, ma è un modo per poter essere rassicurata sul fatto che non si sta facendo nulla di sbagliato. Questo tipo di atteggiamento inizialmente può apparire normale, ma alla lunga potrebbe instaurare dei meccanismi che possono minare il rapporto, e il vampiro emotivo tenderà sempre di più a chiedere rassicurazioni mentre voi sarete sempre più attanagliati da dubbi sul vostro comportamento e dunque sempre più spesso vi troverete a chiedervi se state sbagliando qualcosa o se non siete sufficienti per poter garantire il benessere a questa persona.

Altra caratteristica tipica del vampiro emotivo è l’ ipercriticità nei confronti del prossimo e la visione del prossimo stesso come una fonte dalla quale attingere ripetutamente. Attenzione però a ad un aspetto che non va assolutamente preso sottogamba, perché il vampiro emotivo tende a mettere in atto un vero e proprio ricatto emotivo, ovvero in determinate situazioni anche molto spesso, tenderà a farci sentire in colpa per poi poterci sfruttare, manipolandoci a suo modo ed a suo piacimento. Ad ogni modo, va detto che il vampiro emotivo non agisce sempre con malignità o intenzionalità ma si tratta di persone che presentano dei blocchi psicologici e che tendono a proiettare le proprie difficoltà sul prossimo. Ma attenzione, perché non tutti i vampiri emotivi agiscono in buona fede ma esistono quelli consapevoli che sono forse i peggiori di tutti perché agiscono con intenzionalità, cioè sanno che con il loro comportamento sfruttando gli altri e rubando loro energia e vitalità, possono progredire nella loro vita sia personale che lavorativa. Qualora, dunque, abbiate il sospetto di essere circondati da un vampiro energetico sia che questo possa rientrare nella vostra sfera familiare, che in ambito lavorativo o nell’ambito delle amicizie,  non dovete far altro che cercare di allontanarlo il prima possibile, ma se questo vi risulta difficile perché trattasi di una persona alla quale tenete molto, cominciate con il fargli notare questi suoi atteggiamenti manifestando la vostra infelicità e disagio.

Tags
Mostra altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close